fbpx

Blog

HomeVideoLe ricette di nonsolovino: la caponata

Le ricette di nonsolovino: la caponata

La caponata di melanzane è una ricetta antichissima che viene preparata in tutta la Sicilia, sia pure con alcune varianti.

Rispecchia la cucina tradizionale siciliana della tradizione povera, basata su alcuni ingredienti tipici come melanzane, pomodori, sedano, basilico, protagonisti indiscussi, insieme ad olive, capperi, cipolle. Questi ingredienti, già comuni ad altre ricette tipiche regionali come la pasta alla norma e la parmigiana creano un mix di profumi, colori e sapori che richiama le suggestioni di una terra meravigliosa.

Qui proviamo a darVi la versione classica sebbene esistano davvero numerose declinazioni della stessa.

Tagliate a dadi 4 belle melanzane nere con tutta la buccia, mettetele in un colapasta, salatele abbondantemente, pressatele con un coperchio ed un peso e lasciatele così per qualche ora, in modo che perdano il loro liquido amaro.

Affettate finemente 2 cipolle e soffriggetele in olio.

Quando saranno trasparenti, unite 2 pomodori pelati senza semi e tagliuzzati.

Dopo qualche minuto, alla salsa aggiungete 200 gr di olive bianche in salamoia, 150 gr di capperi dissalati, 2 cuori di sedano ben lavati e anch’essi tagliati a pezzi.

Aggiustate di sale e lasciate cuocere a fuoco basso.

Passate un attimo sotto acqua corrente le melanzane, asciugatele molto bene e friggetele.

Unitele alla salsa e cuocete ancora per qualche minuto. Completa con un cucchiaio e mezzo di zucchero ed un bicchierino di aceto di vino, mescolatele e lasciate raffreddare.

Questa ricetta è stata presa dal libro : “cucina che vai natura che trovi” edito da Il Vespro.

Di provincia in provincia ma anche di famiglia in famiglia ognuno ha la sua caponata perfetta: con o senza uva passa, con o senza concentrato… basta spostarsi di qualche metro per scoprire una caponata sempre diversa, ma tutte con un’inconfondibile denominatore comune: l’uso del condimento agrodolce, che regala alle verdure un sapore unico. Il nostro consiglio?

Provare con tutte le versioni possibili fino a trovare la vostra preferita, da tramandare anche nella vostra famiglia!

Quale vino abbinare a tale pietanza è un gran bel punto di domanda, per alcuni a causa dell’agrodolce la questione diventa irrisolvibile, altri suggeriscono un vino rosso giovane, morbido e fruttato, come potrebbe essere il Manto, il nostro nero d’avola in purezza.

Lasciamo a voi l’ultima parola 😉